Scuola e tecnologie: tra realtà e futuro 2

novembre 4, 2012 § Lascia un commento

 edoardo chianura

Il mondo negli ultimi anni è notevolmente mutato e soprattutto ragazzi e ragazze sono profondamente diversi rispetto alla generazione dei propri genitori. « Leggi il seguito di questo articolo »

Annunci

Il mondo della scuola e nuove tecnologie tra realtà e futuro 1

ottobre 1, 2012 § Lascia un commento

 edoardo chianura

Fotografia sulla situazione delle scuole pubbliche italiane nell’uso delle tecnologie. Il mondo negli ultimi anni è notevolmente mutato e soprattutto i ragazzi e le ragazze sono profondamente diversi rispetto alla generazione dei propri genitori. « Leggi il seguito di questo articolo »

L’alba dentro un imbrunire. Vie d’uscita dal disastro antropologico/ VII. Tornare ad essere corpi/

settembre 13, 2011 § Lascia un commento

 raffaele mantegazza

Lo scorso anno un gruppo di immigrati è salito sulla torre di via Imbonati a Milano, per protestare contro le leggi che rendono l’immigrazione un reato. C’è rimasto per qualche giorno, in precario equilibrio, soffrendo la paura e la fatica, e poi è sceso. Una notizia che è stata ingoiata come le altre dalla macchina tritatutto della cronaca. Ma in realtà in questa vicenda c’è qualcosa che forse è sfuggito, almeno all’inizio, anche agli stessi protagonisti. Il corpo, nell’era del web e della smaterializzazione, è tornato ad essere lotta politica; non strumento o terreno di lotta, ma proprio lotta incarnata. « Leggi il seguito di questo articolo »

Costruire la socialità/ L’alba dentro un imbrunire. Vie d’uscita dal disastro antropologico. VI Restituire il potere

agosto 7, 2011 § Lascia un commento

 raffaele mantegazza

“Certo dobbiamo farne di strada da una ginnastica d’obbedienza/ Fino ad un gesto molto più umano che ci dia il segno della violenza/ Però dobbiamo farne altrettanta per diventare così coglioni/ Da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni”.  [Fabrizio de Andrè, Nella mia ora di libertà]. « Leggi il seguito di questo articolo »

Costruire la socialità/ L’alba dentro un imbrunire. Vie d’uscita dal disastro antropologico. V

giugno 16, 2011 § Lascia un commento

 raffaele mantegazza

“Socializzazione”. Insieme a “libertà”, si tratta della parola che ci siamo fatti rubare, o perlomeno che ha smarrito il suo significato, come tante parole dell’universo di discorso della politica.  « Leggi il seguito di questo articolo »

L’alba dentro un imbrunire. Vie d’uscita dal disastro antropologico/ IV. Alimentare la speranza

giugno 5, 2011 § Lascia un commento

 raffaele mantegazza

“La mancanza di speranza è la cosa più insopportabile per i bisogni umani. E’ per questo che persino l’inganno per funzionare deve lavorare suscitando speranza”[1]. Uno degli elementi più interessanti delle ultimissime consultazioni elettorali è il mutamento di filosofia da parte della destra italiana per quello che riguarda i suoi messaggi agli elettori: Silvio Berlusconi in particolare è passato da messaggi ottimistici e positivi, volti a vendere false speranza (“Il nuovo miracolo italiano”, “Rialzati Italia”) a cupi messaggi negativi che si posizionavano sulla difensiva (“Non lasciamo Milano in mano ai comunisti”; “Milano come Zingaropoli” ecc.). « Leggi il seguito di questo articolo »

L’alba dentro un imbrunire. Vie d’uscita dal disastro antropologico/ III. Recuperare il vocabolario

maggio 23, 2011 § Lascia un commento

 raffaele mantegazza

Un mondo nuovo richiede parole nuove, ma è costruito anche con parole vecchie.  Sulla soglia di un cambiamento mancano le parole per dire la realtà che stiamo inaugurando, ma sentiamo anche l’insufficienza de linguaggio che appartiene ancora  ai territori che vogliamo abbandonare. E’ così per tutti i grandi passaggi della storia: La tragedia di Mosè sta tutto in questo suo essere troppo avanti per la sua epoca, troppo indietro per quella nuova: la sua morte al limitare dell’ingresso nel tempo nuovo è il marchio del suo debole eroismo. « Leggi il seguito di questo articolo »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: